Voci dalla Siria / Voice from Syria

 

“Cosa volete andare a fare in Siria, è pericoloso. Non vedi la tivù ogni giorno che notizie ci dà?” Sì, è vero. A Beirut l’informazione su quanto sta avvenendo nella vicinissima Siria è costante ed esauriente. Cnn, Al Jazeera, Al Arabiya trasmettono 24 ore su 24 video amatoriali da YouTube, interviste radiofoniche con gli attivisti che parlano da sotto le bombe, dirette ed analisi sullo scacchiere geopolitico che si sta giocando sopra le teste delle migliaia di cadaveri che il regime di Bashar Al Assad sta regalando al mondo.

Non sappiamo se in Italia e in Europa, ci sia altrettanta informazione su quello che sta accadendo nel Paese della convivenza religiosa, dell’accoglienza del diverso. In Libano ogni immagine televisiva, ogni frase detta dallo speaker di turno ha una valenza doppia, se non tripla: dapprima c’è la reazione umana, di chi davanti a un massacro del genere soffre oppure parteggia per gli artefici; poi ci si chiede quali conseguenze potrà avere tutto questo sulla propria vita in Libano; infine si cercano legami con la propria religione: chi rischia di più fra sciiti, sciiti alawiti, sunniti, ebrei e cristiani?

In Medio Oriente nessun evento ha mai cause ed effetti chiari ed univoci.

“Why do you wanna go in Syria? You watch the tv everyday, don’t you? So you see news!” It’s true: in Beirut the information about what’s happening in the very close Syria is steady and exhaustive. For all the day Cnn, Al Jazeera, Al Arabiya broadcast amateur videos from YouTube, radio interwiev with acivists speaking under bombs, live news and news analysis about the geopolitical game being played above thousand of corpses that Bashar al Assad regime is giving to the world.

We don’t know if in Italy and in Europe there’s such an information about what’s happening in the country of religious cohabitation and of otherone’s wellcome. Here in Lebanon, every tv spot, every speaker’s speech has a double impact, sometimes a triple one: first of all there’s the human reaction, of whom, in front of such a massacre, really suffers or sides for the authors; after that, lebanese people wonder which consequences would be on their lifes; and then they ask about the religion: who is most likely to risk between shiites, alawities shiites, sunnies, jewish and christian people?

Nothing has clean and unambiguous causes and effects in the Middle East.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: